Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
ph Dario Bonazza

Giorgia Nardin

Dolly

Vetrina 2012 selezione IN

DOLLY

 

di e con Giorgia Nardin

ambienti sonori: Tommaso Marchiori

disegno luci: Matteo Fantoni

 

Dal 1959 sono state vendute oltre 700 milioni di Barbie. Ogni giorno vengono comprate due Barbie al secondo. 

Barbie è magra, slanciata, sicura di sè, gioiosa, realizzata.

E' un' astronauta, una cowgirl, una veterinaria, un direttore esecutivo, una disco queen, un' ambasciatrice dell' UNICEF, un' infermiera, una ballerina, una cavallerizza, un' amante degli animali, una tennista, una nuotatrice professionista, una nuotatrice amatoriale, una sciatrice.

Questo giocattolo impeccabile e sorridente ha contribuito a modellare nel tempo i parametri con cui il corpo femminile viene inteso.

Partendo da questa considerazione Dolly vuole indagare l' automatismo. Il corpo viene agito dall'esterno, è un corpo in affitto, l'inqulina non lo possiede. Non può far altro che subire la propria condanna, che la costringe ad essere un soprammobile, a divenire carne da macello. Dolly ricerca un modo meccanico di abitare il corpo, di rendere la carne uno strumento e le azioni un' imposizione.

per visualizzare il video ´┐Ż necessario autorizzare l'uso dei cookie
ph Margherita de Michelis
- Veneto -

Giorgia Nardin

Giorgia Nardin - Veneto

Giorgia Nardin

Nata nel 1988 in provincia di Venezia, intraprende dal 2007 un percorso di formazione triennale presso la Northern School of Contemporary Dance di Leeds (UK), dove studia le tecniche Graham, ...

Torino - Fonderie Teatrali Limone

martedý 27 maggio 2014

Mobilità Nazionale 2013/2014
Festival Interplay 2014

fine lista contenuti